La teoria dell’affidabilità si propone di descrivere e misurare la capacità di funzionamento di dispositivi o sistemi ingegneristici. Per ogni dato sistema, tale misura serve a quantificare il grado di “fiducia” che si può avere riguardo al funzionamento del sistema, inteso come assolvimento degli obiettivi per i quali il sistema stesso è progettato e costruito; poiché le prestazioni di ogni sistema tendono inevitabilmente a diminuire nel tempo, è opportuno che l’affidabilità di un sistema sia relazionata al tempo. Tale misura è un valore numerico, espresso su una scala di numeri reali tra 0 e 1, poiché definita in termini di probabilità.

Determinare il tasso di guasto di un componente o di un sistema è un elemento chiave per comprendere l’affidabilità potenziale del prodotto. Nel caso del progetto di un nuovo prodotto, è necessario ricorrere ad alcune metodologie per stimare o prevedere l’aspettativa di vita. Durante la fase di sviluppo, tuttavia, il solo metodo a disposizione dei progettisti per calcolare il tasso di guasto del prodotto finale è quello previsionale. Questo approccio si basa sui dati relativi alla durata prevista e al tasso di guasto del componente forniti da uno dei numerosi database standard, come ad esempio il manuale MIL-HDBK-217F, di solito nella modalità “part count”, che presuppone da parte del Cliente il conteggio del numero di componenti per ciascuna tipologia di componente (es.: condensatori ceramici).

 

Richiedi il tuo preventivo

Menu